Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online

Olga Korbut: campionessa “finita all’asta”

Campionessa Olga Korbut fotoOlga Korbut. Il nome, sicuramente dice molto poco o nulla alle nuove generazioni, amanti dello sport.

Gli appassionati di ginnastica, senior in primis, ricorderanno le sue straordinarie performance. Fu lei la pioniera del “Korbut Flip” ovvero del salto mortale. Movimenti a corpo libero, in squadra e con la trave. Una carriera agonistica che definirla di straordinario successo, è sin troppo poco. Quattro medaglie d’oro alle Olimpiadi di Monaco 1972, due argenti, il secondo conquistato quattro anni dopo a Montreal. Dopo successi, gioie e quel periodo di sana fama, arriva il momento della laurea e della famiglia. Olga si è sposata con un cantante della sua stessa nazionalità, componente di una folk band. Nel 1991, dopo la fine ed uscita di scena dell’Unione Sovietica, decide di trasferirsi negli USA. Diviene in seguito cittadina statunitense, ma come spesso accade, il destino di chi ha avuto tutto dallo sport e quasi tutto dalla vita, sul più bello si accanisce. Il suo matrimonio naufraga e di brutto. Nonostante si fosse ritirata dall’attività agonistica ormai da tempo, non ha voluto per nessun motivo al mondo abbandonare la ginnastica. Decide così di insegnare quanto appreso durante il suo fantastico percorso, a tanti bambini e bambine che sognano una carriera brillante come la sua. Tuttavia le sue risorse economiche iniziano a scemare e questo lavoro, però, non le basta per vivere dignitosamente.

Una crisi, un’agonia economico-finanziaria che, stando a quanto i fatti raccontano, sarebbe scoppiata già molti anni prima, conoscendo sulla sua strada due episodi incresciosi. Arrestata 15 anni fa dopo essere stata sorpresa a rubare in un supermercato dell’Arizona. In Georgia, sempre dentro il supermercato di Norcross, fu colta in flagranza mentre cercava di frugare alcuni alimenti. Oggi si è appreso che le sue medaglie, simbolo del periodo più felice e vincente della sua vita, sarebbero in vendita. Quest’ultime sarebbero state acquisite dalla Heritage Auctions; una Casa dAste che sorge su un vecchio lotto di 32 cimeli, fino al 1991 appartenuto alla ex Unione Sovietica. L’oro Olimpico conquistato insieme alle sue vecchie compagnie di squadra, 44 anni fa in Germania Ovest, è stato messo in vendita per circa 66mila dollari. “Dalle stelle alle stalle”, nonostante le smentite di facciata della ex atleta. L’istinto ci spingerebbe a chiederci: dopo tanta gloria, la fortuna è diventata di colpo sfortuna o quanto costruito sperperato completamente per rimanere poi, come dice un proverbio, come Don Falcuccio?

Oggi aleggia solo una cruda verità. Olga Korbut: campionessafinita all’asta”.

 

 

 

Nella foto in alto a sinistra, una giovanissima Olga Korbut ai tempi dei successi bavaresi nel 1972

 

Foto ex campionessa: Wikipedia.org

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna