Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 34 visitatori e nessun utente online
 

“Tutti devono rispettare le regole”: la futura “Parma” secondo Luigi Alfieri

Luigi Alfieri. Un parmigiano doc; cognato di un importante giudice anti-terrorismo, giornalista professionista. Diversi anni alla Gazzetta di Parma, ricoprendo anche il ruolo di caporedattore.

Un carattere forte, a tratti spigoloso, senza peli sulla lingua, molto determinato e sicuro delle sue idee, di tutto ciò che pensa.  Un operatore dell’informazione che, in primis per mestiere, poi anche per passione, ha sempre seguito la politica. “La stuzzicante idea di lanciarsi nell’agone politico, scorre velocemente come il sangue sulle vene”. Andare in giro per la sua città, ascoltare “de visuo tramite Facebook le storie, i problemi, le vicissitudini, le ingiustizie subite dai parmensi. Sentire tanto i “rumori” degli italiani residenti che degli stranieri domiciliati, da più tempo o meno tempo, in Italia. Fondatore del Movimento, “Parma non ha paura”, Alfieri si confessa all’emittente locale Teleducato, raccontando e spiegando la città che vorrebbe vedere, come vorrebbe che vivesse in futuro la sua Parma. “Meno nove mesi allo scoccare dell’ora elettorale”. Un sindaco uscente, Federico Pizzarotti, candidato nelle file del Movimento 5 Stelle, eletto quattro anni fa a furor di popolo, dopo la fallimentare esperienza della vecchia Giunta di centrodestra e conseguente commissariamento della stessa. Acclamato in parte, con il trascorrere del tempo aspramente criticato, in primis da chi non l’ha votato, poi dallo stesso Movimento con il quale è entrato più volte in contrasto. Lo scorso maggio, in seguito anche ad un’indagine che ha portato alla sua iscrizione nel registro degli indagati con l’accusa di abuso d’ufficio, il Movimento 5 Stelle ha deciso di sospenderlo. Questione Pizzarotti a parte, l’aria odierna che si respira nella città ducale, è una sola: “Ci sono le regole, dobbiamo applicarle". "Tutti devono rispettare le regole”. Principio che ha inserito all’ordine del giorno del suo programma politico e cercherà, consapevole dell’ardua fatica che dovrà sfidare e vincere, di inculcare nelle mente del singolo cittadino il neo sindaco di Roma, Virginia Raggi. Ristabilire ordine e garantire sicurezza dentro i rispettivi agglomerati urbani, garantire trasparenza nelle pubbliche amministrazioni, cercare di mettere in ordine il bilancio dei Comuni, eliminando gli sprechi soprattutto. “Il diktat numero uno”. In secundis, ridare alle città il loro decoro, non un decoro esente da condizioni. Pulire le strade tutti i giorni sì, ma se il singolo cittadino continua a buttare fazzoletti e sigarette in terra, il vento difficilmente cambierà.

Concetti che lo stesso giornalista, Luigi Alfieri, cerca di far capire, insieme a tanti altri aspetti, in questa intervista che vi proponiamo. Ritratto di un uomo con diverse, interessanti idee e buoni propositi per provare a cambiare una città. Un possibile candidato a sindaco di Parma, senza se e ma. “Alla gente le sole parole non bastano: servono i fatti, fatti concreti, niente fuffa”.

 

Foto città di Parma: Wikipedia.org

 

 

Luigi Alfieri presenta "Parma non ha paura" - INTERVISTA

Fonte video: canale YouTube Parmense News

Link video: https://www.youtube.com/watch?v=KysPVQGHUCk

 


 

 

Guarda l'intervista a Luigi Alfieri a Teleducato

Fonte video: pagina Facebook Luigi Alfieri

Link video Facebook: https://www.facebook.com/luigi.alfieri.568/videos/1036848446404389/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna