Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 34 visitatori e nessun utente online
 

Primarie Pd, ballotaggio: Bersani stravince con oltre il 60%, Renzi poco sotto il 40%

Pierluigi-Bersani-alla-Festa-della-Vittoria-a-Roma"Vincerò!!!”. Così recita un famoso passo della Turandot, storica opera lirica scritta da Giacomo Puccini, e recitata in passato da tenori di spicco, fra cui l’indimenticabile Luciano Pavarotti, un modenese doc, scherzi del destino nato nelle stessa terra del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, fresco vincitore delle primarie, conclusesi proprio ieri sera dopo mesi e mesi di lunga battaglia elettorale. Chissà quante volte Bersani avrà intonato, gusti musicali permettendo, quel noto passo della Turandot Pucciniana. In cuor suo il segretario del Partito Democratico sentiva la vittoria, consapevole del fatto che i cittadini italiani, in un momento di crisi sia per il paese che per la politica italiana, vogliono l’uomo senior di esperienza. Il risultato finale parla chiaro: Pierluigi Bersani candidato premier nelle fila del Pd per le prossime elezioni politiche che si terranno in primavera. L’attuale segretario ha ottenuto più del 60% dei voti rispetto al suo rivale, il sindaco di Firenze Matteo Renzi che è stato affossato, ritrovandosi a fine giornata con un appena 40% dei consensi.