Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online
 

Libero!

Giornalista Zoran Bozinovski foto02Zoran Bozinovski. Giornalista macedone.

Da anni si occupa di delicate inchieste sul malaffare, la corruzione, tutto ciò che ruota attorno alle grandi organizzazioni criminali e all’illegalità. I politici locali, molto spesso, le sue prede. Ultimamente, troppe le inchieste fatte e ritenute, molto probabilmente da più di qualche leader politico, scomode. “Punirlo come si deve, il rigoroso diktat proveniente dall’alto”. Arrestato, condotto in carcere. L’accusa falsa, infondata e mai dimostrata con l’ausilio di indizi o prove schiaccianti, fu aver commesso fatti costituenti reato riconducibili allo spionaggio. Detenuto in un Istituto penitenziario di Skopje, Capitale della Macedonia, per lui la parte sana del paese, amante della libertà e dei valori, e le Associazioni professionali dei Giornalisti si son mobilitate chiedendo luce, chiarezza sulla vicenda, verità ed il suo immediato rilascio. Zoran innocente! Questo il grido lungo mesi e mesi”.

Dopo tanta attesa, durante la quale fece scalpore una lunga lettera aperta con tanto di annuncio di sciopero della fame da parte dello stesso Zoran, l’accorato appello popolare ha avuto ascolto. I giudici macedoni, in un primo momento silenziosi, forse sin troppo e apparentemente non intenzionati ad interrogare Bozinovski, son venuti a miti consigli decretando la sua scarcerazione. Il giornalista stesso ha voluto annunciare ufficialmente il suo ritorno ad una vita normale, dignitosa e da uomo libero. Poteri forti e classe politica locale letteralmente sconfitti. La libertà di stampa e d’informazione trionfano.

Per Zoran l’incubo carcere è alle spalle e dentro le pagine della sua agenda personale c’è solo una parola degna di essere scritta e pronunciata: Libero!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna