Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 59 visitatori e nessun utente online

"UE partnership di carattere economico e politico": Associazioni giovani federalisti europei contro Juncker

"Come cittadini europei e giovani convinti della necessità che ci sia più Unione nell’Europa e più Europa nella UE, secondo quanto recentemente affermato dal Presidente Juncker, siamo davvero stupiti nel constatare che nel sito ufficiale della UE, leggibile in tutte le lingue e da tutto il mondo, l’Unione si autopresenta in prima pagina essenzialmente come una partnership di carattere economico e politico.

Anche con altre affermazioni che sembrano sminuire tanto l’importanza quanto gli elementi di sovranazionalità della nostra Unione. L’autopresentazione omette inoltre di citare l’impegno originario per uno "sviluppo equilibrato e armonioso", nonché, e siamo veramente sorpresi, l’Unione Economica e Monetaria (Uem), la politica estera e di sicurezza comune, le competenze in materia di giustizia e affari interni. Lo stesso dicasi per la politica sociale, l’economia sociale di mercato, o la coesione economica, sociale e territoriale, per non dire della solidarietà tra gli stati membri (tutto contenuto nei trattati vincolanti). Un sito ufficiale che si rivolge a 7 miliardi di cittadini nel mondo non può permettersi di sminuire così la nostra Unione. Andando alle urne, abbiamo creduto di votare non già per una partnership priva di ambizione bensì per un’Unione con caratteri di sovranazionalità che si propone di diventare una vera unione politica. Per questo, abbiamo inviato l’appello a tutti i parlamentari dell’emiciclo di Bruxelles da cui speriamo di avere presto risposte”.

Questa la dichiarazione congiunta che contiene le firme di Simone Fissolo, Presidente Gioventù Federalista Europea, Mario Leone, Segretario Movimento Federalista Europeo-Lazio, Ugo Ferruta, Segretario Movimento Federalista Europeo–Roma, Olimpia Troili, Presidente di Alternativa Europea, ed Europa federale. I giovani europei in rivolta per una descrizione che sminuisce terribilmente il grande progetto europeo, iniziato storicamente con il celebre manifesto di Ventotene, e portato avanti da tre "padri costituenti", tre europeisti profondamente convinti: Alcide De Gasperi, Robert Schuman e Konrad Adenauer. L'indice è rigorosamente puntato contro il numero uno in Europa, il Presidente della Commissione UE Jean Claude Juncker, al quale si fa l'accorato invito a rivedere determinati concetti. Richiesta chiarissima, una descrizione pubblicata sul sito ufficiale UE, finita sul "banco degli imputati", un vecchio sogno europeo, allo stato attuale, preso a calci nel sedere. 

Foto: www.treccani.it

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna