Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 133 visitatori e nessun utente online
 

“Messa a disposizione”: insegnare a scuola una metà non più irraggiungibile

Messa a disposizione logo sitoInsegnamento, abilitazione al ruolo, graduatorie, candidature spontanee. Supplenze, medio o lungo termine, oppure una cattedra per, almeno, un intero anno scolastico.

Questa la tradizionale maratona che ogni estate diversi insegnanti, ambo i sessi, giovani e senior, affrontano. La speranza di agguantare, finalmente, quel benedetto ruolo fisso e stabile che, purtroppo, da diversi anni non si trova così facilmente. “Cari insegnanti non scoraggiatevi più! D’ora in avanti le vostre ricerche saranno, decisamente, più semplici”. “Messa a disposizione” vi aiuterà a scegliere e candidarvi per la scuola che meglio si adatta al vostro profilo professionale. Aspiranti insegnanti, chi lo è già da qualche anno e si barcamena fra una piccola sostituzione ed un’altra, gli ATA ovvero il personale amministrativo, i collaboratori scolastici oppure chi ha già nel proprio bagaglio professionale anni e anni d’esperienza e aspira ad un posto di commissario d’esame. Tutte queste categorie professionali, legate tutte al mondo della scuola, collegandosi al sito www.messa-a-disposizione.it, potranno facilmente e gratuitamente iscriversi al portale, mettersi alla ricerca degli istituti presenti nella loro città o anche fuori, compilare la domanda inserendo le referenze e spedirla con un click alla cortese attenzione del dirigente scolastico di turno. Il particolare? Visto che siamo nell’era della semplificazione, una volta iscritti al sito e creata la propria PEC, Posta Elettronica Certificata, basta un solo click e più di una candidatura può essere inviata, alla cortese attenzione di più istituti scolastici.

 

Messa a disposizione” (Messa a disposizione) nasce da una start-up nata ed entrata in scena lo scorso anno, la Scuola Web Italia. Una volta entrati nel portale, accanto alla Home c’è anche la possibilità di scoprire lavorareascuola.it. Chiunque si iscrive per la prima volta, ha la possibilità di inviare circa una decina di MAD, candidature spontanee per la precisione, sia in Italia che all’Estero. Questo per offrire la concreta possibilità di conoscere il tipo di servizio, testandone funzionalità e validità. Dopo 10 MAD il servizio non è più gratuito, ma bisogna dare un corrispettivo che permette ad ogni modo di accedere, illimitatamente, a tutti i servizi del portale.

 

Messa a disposizione”: insegnare a scuola una metà non più irraggiungibile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna