Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 160 visitatori e nessun utente online
 

Vuoi trovare un lavoro? Basta il profilo Facebook!

Facebook  ricerca lavoroFebbraio 2004, 13 anni fa. Fu così che un giovane ragazzo statunitense creò quella che possiamo definire la più immensa realtà virtuale.

Il più potente e produttivo dei social network. 1,9 miliardi di iscritti; miliardi di post, immagini, condivisioni, gruppi e pagine create. Eventi, cultura, divertimento e svago, libri, musica, sport, semplici argomenti di discussione, finestre dove postare e condividere notizie di ogni genere. Non dimentichiamo, soprattutto, una finestra personale dove esprimere idee ed opinioni proprie, pensieri, riflessioni di ogni tipo e ritrovare vecchi amici persi di vista. “Non solo”; un potentissimo strumento di marketing e promozione per le aziende, ma anche un prezioso strumento con il quale è, addirittura, possibile trovare lavoro. Chi l’ha mai detto che i nostri terribili e temuti boss sono capaci solo di rimproverarci per i minuti che trascorriamo nel fantastico mondo “Zuckerberghiano”, durante le ore di ufficio? Niente di più sbagliato! I primi ad usare il conosciutissimo social network, sono proprio lui e per selezionare i migliori candidati a lavorare dentro il loro “regno”.

Stijn Baert, ricercatore del dipartimento Social Economics della Ghent University, in Belgio, ha svolto un’approfondita analisi dalla quale è emersa che diversi “recruiters” si affidano proprio a Facebook per trovare il candidato o la candidata ideale. Un metodo di selezione decisamente più pratico, veloce, rispetto alla vecchia procedura curriculare. Il segreto per essere scelti? Inserire una bella, interessante foto sul vostro profilo, rendendolo il più professionale possibile, al tempo stesso riducendo la presenza massiccia di foto e post personali. Rinuncia totale all’uso del popolare social network per uso proprio? Non del tutto, ma mettere il meno possibile post o immagini che possano screditarci, dequalificarci del tutto questo sì. La prova del 9 di quanto stiamo sostenendo? E’ stato fatto un esperimento, sempre stando a quanto spiegato da questo Professore, con l’invio di quattro tipi d foto. Rispondendo a diversi annunci di lavoro, fingendo di essere un aspirante candidato, si è inviata una foto con sguardo accattivante, socievole e sorridente, un’altra di aspetto letteralmente opposto, altre due dall’aspetto totalmente indifferente. Il profilo con la prima foto è quello che ha suscitato maggiore interesse, ricevendo così diverse risposte.

Anche il pianeta virtuale, nonostante perplessità e scetticismi di sorta, può rivelarsi un sorprendente strumento per farsi notare, assumere e, perché no?, crescere professionalmente. In questo periodo fatto ancora di crisi e agonia professionale, sfruttare tutti i mezzi a disposizione, non è affatto una cattiva idea anzi! Vuoi trovare un lavoro? Basta il profilo Facebook! Meno post e likes, più foto e referenze professionali. “Un datore di lavoro apprezzerebbe. Strategia al bacio per la svolta della vostra vita”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna