Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 118 visitatori e nessun utente online
 

“Strategia cross- platform”: “anche nel web estetica ed occhio fanno la loro parte”

Il primo impatto è quel che conta”. “Mai sentenza fu così vera”. Quando si dice che, ad un colloquio di lavoro o ad un appuntamento galante, è bene presentarsi in un certo modo.

Curare la persona e l’estetica, un ottimo biglietto da visita per trasmettere, al datore di lavoro o alla gentil donna di turno, un’eccellente impressione. Incredibile a dirsi, ma anche nell’immenso mondo virtuale che Internet ci offre quotidianamente, il fattore grafico-estetico gioca un ruolo di non poco conto. Che il web è una non indifferente risorsa sulla quale investire e produrre, questo si sa da tantissimo tempo. Altrettanto sappiamo che fare business sul web non è proprio così semplice, come più di qualcuno ha voluto far credere. Altrettando difficile ottenere degli utili da quel mirato investimento. Tante le storie di persone che son entrate nella mischia, svariati i casi di chi, purtroppo, non ce l’ha fatta e, suo malgrado, ha dovuto scrivere la parola “fallimento”, non molti i casi di successo. Studio, una buona dose di preparazione, business plan convincente accompagnata da un’indovinata “strategia cross platform”. Un sito commerciale costruisce il suo successo sulla base della qualità dei suoi prodotti. Presentare un prodotto con un sito poco attraente o impresentabile, graficamente parlando, distoglie l’attenzione del possibile cliente che potrebbe benissimo virare verso un altro prodotto, di qualità più bassa, però sceglierlo in quanto presentato da un sito aziendale esteticamente bello, accattivante. Delia Caraci, Owner e Consulente Marketing Digitalsfera, spiega esattamente: “ad un cliente bastano infatti 3 secondi su un sito per costruirsi un'idea dell'azienda. Pochi secondi con i quali si gioca il successo di tutti gli sforzi fatti. Quando un nuovo cliente approda sul nostro sito web, associa immediatamente un'idea di qualità a ciò che vede. In questa prima fase, poco importa la qualità reale del proprio prodotto o servizio: via web non può essere percepita, qui la differenza la fa solo la nostra immagine. Bisogna investire sul sito internet e su una strategia di social media marketing completa. Se non lo si fa in modo corretto si rischia di perdere tutti quei clienti che, visto il nostro sito e quello del concorrente, decidono di andare dal secondo perché gli trasmette un'idea migliore. Poco importa che, magari, il prodotto del concorrente è meno di qualità del nostro: con un sito fatto meglio e una strategia vincente ci batte sul tempo. Chiunque vorrebbe spendere poco e guadagnare molto" ma da imprenditori ragionevoli sappiamo che sono i buoni investimenti a portare fatturato”.

Anche nel web estetica ed occhio fanno la loro parte”. Scontato per più di qualcuno, molti insuccessi testimonierebbero il contrario.

 

 

Foto web: www.thinglink.com

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna