Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 147 visitatori e nessun utente online
 

"Toglietemi la cittadinanza": l'accorato appello di una mamma disperata

Sette anni di crisi economica, sette anni di instabilità totale, sette anni di sofferenze, famiglie che, dal 2007 ad oggi, arrivano con parecchie difficoltà a fine mese.

Osservatorio Nazionale dei Sistemi ADR: alla scoperta dei metodi alternativi per la risoluzione delle controversie

Un Osservatorio Nazionale pensato, costruito e messo in piedi per studiare e analizzare, tutte le forme di mediazione e i metodi alternativi per la risoluzione delle controversie. Un'idea che nasce dalla Dr. ssa Francesca Tempesta, laureata in giurisprudenza all'Università degli studi di Torino, presentata all'inaugurazione dell'anno 2013-2014 del Forum Nazionale dei Mediatori e degli organismi di Mediazione lo scorso settembre, un'idea che oggi è diventata una realtà. Una fondazione di diritto pubblico a tutto tondo con l'adesione di Comuni, Province e Università degli studi di Cassino che, insieme ai principali soci fondatori, fanno parte del Consiglio direttivo.

 

 

19 maggio 2014: nasce ufficialmente l'Osservatorio Nazionale dei sistemi ADR. Un organo istituzionale, inaugurato ieri mattina alla Nuova Auletta della Camera dei Deputati. Presenti il Prof. Piero Sandulli, Presidente dell'Osservatorio Nazionale, la Dr. ssa Francesca Tempesta, Vice-Presidente dello stesso Osservatorio e che avrà prossimamente il compito di coordinare i vari dipartimenti, magistrati, avvocati, mediatori e altri operatori del settore giuridico, che hanno portato il loro contributo, la loro esperienza, sottolineando quanto sia importante comunicare, mediare, arrivare a soluzioni alternative che snelliscano e rendano più efficiente la nostra giustizia.

"Soddisfare i bisogni di un'economia umana, grazie ai metodi alternativi per risolvere tutti i tipi di controversie", afferma il Vice-Presidente Francesca Tempesta (nella foto a sinistra). "Mediazione però come opportunità e non come obbligatorietà", sostiene il Presidente dell'Osservatorio, Prof. Piero Sandulli. La mediazione spirituale. La terra e gli uomini camminano insieme, percorrendo quotidianamente lo stesso viaggio, cercando di percepire i bisogni delle anime. Analisi e studio dell'anima tecknè. Anima e corpo alla continua ricerca del benessere, della piena serenità. Tutto questo spiegato ieri mattina, durante l'inaugurazione dell'Osservatorio dei sistemi ADR, dall'attrice di teatro e conduttrice TV, Eleonora Brigliadori, oggi organizzatrice di seminari e conferenze su questo tipo di meditazione, alla quale partecipano molti esperti di diritto e mediatori. Mediare sempre nella vita e vivere all'insegna della pace, della tranquillità e migliorare nel futuro prossimo il nostro sistema economico. Cultura che nel nostro paese, ancora non si è radicata del tutto.

 

Guarda i video (canale you tube CHINICS NEWS)

http://www.youtube.com/watch?v=otkOs3ftuhc&index=3&list=UUWs3SHl_hb5sFjNQiukXZ1A

http://www.youtube.com/watch?v=Y9REvGYiGdw&list=UUWs3SHl_hb5sFjNQiukXZ1A&index=1

http://www.youtube.com/watch?v=u8i0jLUZVYg&list=UUWs3SHl_hb5sFjNQiukXZ1A&index=2

 

Guarda l'altra foto

Foto: Marco Chinicò

Smatphone, tablet, scarico musica e film: Siae chiede nuova tassa, Change.org dice no!

Tassa equo compenso (foto SIAE)"Dovremmo avere il coraggio di dire che le tasse sono bellissime. E' un modo civile di contribuire insieme al pagamento di quei beni indispensabili quali la sicurezza, la salute, la tutela ambientale, l'insegnamento e anche le stesse pensioni". Celebre frase, non tanto digerita dagli italiani, pronunciata dall'ex Ministro dell'Economia, Tommaso Padoa Schioppa, scomparso nel dicembre 2010.

Harakiri Karachinics: i lunghi 7 anni della crisi e della sua fittizia ripresa

Crisi economica (foto1)Sette anni di crisi economica, sette anni di disocccupati, cassa integrati, precari, esodati.

"Cara vecchia indimenticabile lira: così amata, così compianta"

Euro-Lira (foto)"Se potessi avere 1000 lire al mese". Storica canzone del 1939, cantata da Gilberto Mazzi. Un nome sconosciuto alle nuove generazioni, decisamente familiare ai nostri nonni che non hanno mai perso l'occasione di dire, più di una volta, la celebre frase "si stava meglio, quando si stava peggio".

Harakiri Karachinics: "tempo indeterminato? solo se disoccupato"

Disoccupazione italiana (vignetta)Disoccupazione salita del 13%, disoccupazione giovanile oltre il 42%. L'unico status italiano a tempo indeterminato e senza bisogno di un contratto scritto.

Crisi, precarietà, disoccupazione, lavoro gratuito: il diario più umiliante del lavoratore italiano

Crisi del lavoro (foto1)"L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro". Così cita l'art. 1 della nostra Costituzione. Una rigida carta fortemente voluta dai vecchi padri costituenti, allora giovani politici di belle speranze che, ancora scossi dagli abnormi disastri della II Guerra mondiale e del periodo nazifascista, hanno subito pensato di correre ai ripari con un testo che restituisca onore, dignità e garantisca diritti e libertà a tutti gli individui.

Sinistri stradali: sì all'autonomia dei carrozzieri, no al monopolio assicurazioni

Sinistro stradale (foto)Sinistri stradali, assicurazioni, carozzieri, riparazioni e risarcimento danni. Un quartetto poco amato da tutti gli automobilisti danneggiati in seguito ad un incidente stradale. Spesso chi viene tamponato si ritrova dopo ad affrontare una situazione addirittura più intricata e scocciante del sinistro in se e per se. Le recenti proposte di riforma in materia stavano per conferire alle compagnie assicurative il pieno potere di scegliersi il carrozziere per la riparazione della macchina danneggiata. La situazione è radicalmente stravolta. La protesta dei carrozzieri si è fatta sentire e il nuovo decreto, al vaglio della Commissione Trasporti del Senato, è stato radicalmente cambiato.

La Mediazione Laterale: la “giustizia creativa” nel nuovo libro di Salvatore Primiceri

                                  Un manuale tra psicologia e diritto per gestire e risolvere i conflitti con creatività

 

 

Salvatore Primiceri (foto)Pavia- "Cosa c’é di più gratificante che risolvere una controversia con la soddisfazione di tutte le parti coinvolte? Risolverla brillantemente e con creatività". E’ questo uno dei concetti di base del metodo “La Mediazione Laterale”, il nuovo libro di Salvatore Primiceri, che allo studio della mediazione come procedura di risoluzione delle controversie e alla creatività da tempo dedica numerosi studi e interventi formativi rivolti ad una vasta platea di interlocutori, non solo professionisti del settore ma anche imprese e cittadini.