Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 81 visitatori e nessun utente online

"Poetizzo ergo sum": Giovanna Mulas, "Che io sia Maledetta"

Giovanna Mulas foto01"Perché ti amo pelle mia e più ancora l’anima tua, ora ti prego: non dormire. In questo esilio che satura e appiglia mi arresta il respiro che io sia maledetta fino a che non sarà pura la Babele conosciuta, Tua dimora sulla terra. Se vorrò ingabbiare l’anima in poesia Ah, che io sia maledetta!

Perché ti amo pelle mia e più ancora l’anima tua ma ora ti prego...non dormire nudo tra domande che ci gemmano la notte nella pioggia lenta e il dosso dolce di un pensiero stendo, muta.
Allacciami le gambe, tra le pupille covano i sogni e i versi dove Cadi, in questo nostro fiume dei miei capelli sparsi Noi Astri sanguinari Noi fiamme Noi onde Noi crepuscoli avvinti sempre ardenti e affamati di morsi di età e di presagi, ma Tu piangi Tu gemi Tu (memorie di ulivi fili d’ erba e d’insetti) sei qui e Qui ora ti prego: non dormire.

Che io sia maledetta fino a che non sarà pura la Babele conosciuta, Tua dimora sulla terra Perché ti amo pelle mia e più ancora l’anima tua".

 

Giovanna Mulas foto02"Che io sia Maledetta". Lirica letteraria. La firma è di Giovanna Mulas. Nuorese, nata nel 1969. Definirla una classica scrittrice, una poetessa è sin troppo poco. Le numerose pubblicazioni e, soprattutto, i diversi riconoscimenti nazionali ed internazionali ne sono la testimonianza. Membro Onorario della Giornalisti Specializzati Associati di Milano e del World Poetry Movement. 9 anni riceve il Premio Internazionale per l'Arte e la Cultura, Giosuè Carducci. Evento promosso dall'Associazione Culturale La Conca. Insignita tre anni dopo del Premio Internazionale alla Cultura Città di Ostia. Prestigioso riconoscimento conferito in passato a personalità del calibro di Arnoldo Foà, Paola Borboni e al compianto Vittorio Gassman. Una Laurea Honoris Causa in Lettere presso la Certosa di San Lorenzo, ricevuta cinque anni fa. Un altrettanto speciale riconoscimento ottenuto due anni fa: "All'impegno Civile e Culturale". Il tutto grazie all'iniziativa della Fondazione Roberto Farina ONLUS. Premio conferitole dentro l'antico Palazzo San Bernardino di Rossano Calabro, nel cosentino. Onorata, presso il Centro Espositivo Elsa Morante in Roma EUR, col Premio Donna D'Autore per la Letteratura. Premio che vanta il Patrocinio di Roma Capitale Municipio IX EUR e dell'Associazione Culturale AIDE Nettuno. Sposata con il giornalista e poeta argentino, Gabriel Impaglione, con il quale condivide in modo eccellente un doppio costante sodalizio sentimentale e letterario. Giovanna Mulas; "una sarda che più sarda di lei non si può essere". Una donna che ha avuto anche il merito di onorare storia, lingua e tradizioni della sua terra. "Ritratto di una vera artista della parola".

 

 

 

 

 

Nella seconda foto in basso a destra, Giovanna Mulas insieme al marito, il giornalista e poeta Gabriel Impaglione (a sinistra)

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna