Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 66 visitatori e nessun utente online

“La protesta e l’amore”: Luca Bonaffini, “ritorno di un Songwriter”

Bonaffini Luca foto SongwriterCresciuto con i miti del vecchio cantautorato italiano che ammirava con gli occhi del sognatore, quando sedeva sui banchi di scuola.

Lo sguardo di un giovincello di belle speranze che progetta un glorioso futuro artistico. “E glorioso fu”. Follower, come cita il gergo anglo-sassone, della “beat generation” che ha fatto conoscere vere e proprie poesie, accompagnate poi con significative e piacevoli note. “Poesie che anche lui stesso ha voluto scrivere”. Veri e propri racconti che, come lui stesso vuole far capire, non sono il frutto di una nostalgia, né tantomeno vogliono insegnare sociologia. Racconti, opere interpretate anche da altri celebri cantautori. Non solo testi scritti di suo pugno; anche l’occasione di collaborare con due celebri nomi del calibro di Claudio Lolli, Dario Gay ed Enrico Ruggeri. Il ritratto, solo un semplice ritratto di un fortunato, come lui stesso si definisce, “songwriter” nato artisticamente con Pierangelo Bertoli e che in trent’anni di carriera ha incantato ed emozionato per un modo di fare musica che oggi, indubbiamente, non esiste più. “La protesta e l’amore”: si canta per protesta, anche per amore e, nel nostro piccolo, siamo un po’ tutti cantautori. Non solo chi compone, suona e canta, anche chi ascolta. Questo il messaggio di fondo che ha sempre voluto lanciare e lancia ancora. L’anno scorso un libro, in occasione dei suoi trent’anni di onorato “cammino” artistico-canoro. Una creatura venuta alla luce con la preziosa collaborazione di un appassionato del cantautorato doc nostrano, il giornalista Mario Bonanno, autore dell'intervista a lui fatta e che ha permesso la redazione del libro stesso. Prefazione iniziale del suo partner professionale, Claudio Lolli. Dopo il libro, un tour che calcherà i palchi di quattro teatri italiani. Brescia, Treviso, Rovigo e Milano. Spettacolo unplugged, accompagnato anche da una particolare prefazione di Giorgia Canevese che, per l’occasione, presenterà anche il suo album, “Just a little Sinatra”, in memoria di un suo idolo, un’icona della musica internazionale.

 

 

Teatro Sereno, Teatro della ProLoco Sereno, Teatro Comunale Occhiobello, Teatro Ratti Legnano. Tour che, per tutto il mese di marzo 2017, scalderà gli animi dei suoi seguaci e, inutile negarlo, farà comunque riaffiorare vecchi ricordi di un’epoca musicale che fa parte solo della storia. Luca Bonaffini, “ritorno di un Songwriter”.

 

 

Video "La protesta e l'amore"- Claudio Lolli e Luca Bonaffini

Fonte video: canale YouTube Circolodeicantautori

Link video: https://www.youtube.com/watch?v=80BoID4RjI0

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna