Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 50 visitatori e nessun utente online
 

"Social Gossip": dal chiacchiericcio al pettegolezzo odierno nel libro di Antonia Cava e Francesco Pira

"C'era una volta il cortile del nostro condominio"; rigorosamente abitato dai portiere o portiera di turno, ferma davanti al portone a chiacchierare con il condomino di turno, magari spettacolando sulla condomina o inquilina abbastanza antipatica o snob.

Se ricordate bene l'inizio del conosciuto film, I Pappagalli, con Aldo Fabrizi, Peppino De Filippo e Alberto Sordi, tutto cominciava con le conversazioni di prima mattina, da una finestra ad un'altra, di tre cameriere di servizio, molto amiche, impegnate a parlare dei loro rispettivi fidanzati, di sogni e speranze. Questo era il chiacchiericcio di un tempo, pian piano evolutosi fino ad invadere gli organi di stampa, a cominciare dai classici quotidiani specializzati in gossip fino ad arrivare in radio, TV, con programmi specifici e interamente dedicasi o quasi interamente, agli eventi gossipari, e dentro l'immenso, fantastico, a tratti intricato, mondo del web e dei social media. Facebook con i suoi profili o pagine speciali, Twitter, Google plus. Post, condivisioni, numerosissimi like, un diverso modo di vivere una chiacchierata, una notizia e di commentarla. Il vecchio chiacchiericcio, "sarebbe anche inutile dirlo", è ormai al "museo dei ricordi" da parecchio tempo.

"Social gossip". Un'accurata analisi, accompagnata da excursus storico e casi di studio che hanno affrontato il tema della comunicazione, pettegolezzo soprattutto, e del suo evolversi con il passare degli anni. Il nuovo libro scritto dai docenti universitari, sociologi, esperti in comunicazione, sociologia della comunicazione, giornalismo e media, Antonia Cava e Francesco Pira. Analisi preceduta da una prefazione, introduzione del Prof. Domenico Carzo, ordinario di sociologia dei processi culturali e comunicativi e componente del Comitato Scientifico della sezione Processi e Istituzioni Culturali dell’AIS (Associazione Italiana di Sociologia). La Cava e Pira racconteranno cosa li ha spinti a mettere in piedi questa nuova, interessante "creatura sociologica", domani in mattinata su Radio1 Rai. I due autori presentano questo libro, così: "il pettegolezzo nel tempo ha cambiato forma, linguaggi, strumenti di trasmissione ed diventato soprattutto sui social network parte della costruzione della propria identità. Abbiamo scelto di trattare il gossip come formula comunicativa scientificamente interessante e lo abbiamo fatto mettendo insieme le competenze sviluppate da ciascuno di noi negli ultimi anni di ricerca. Approfondendo quindi da una parte come i linguaggi giornalistici si trasformano nel momento in cui il pettegolezzo irrompe nel percorso di produzione della notizia, dall’altra che spazio occupa il pettegolezzo nelle logiche televisive. Il gossip come comunicazione informale riveste un territorio molto ampio e abbiamo percorso i sentieri storici, sociologici e politici. La nostra speranza che la lettura del nostro lavoro generi rumors che ne moltiplichino i lettori”.

Parole e messaggio chiarissimi. "Italia che vai, pettegolezzo-gossipparo che trovi e che spopola, sempre di più". 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna