Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 23 visitatori e nessun utente online
 

"Utopia": il cortometraggio anti- criminalità di Emanuele Ajello

"Utopia". Dal conosciutissimo pensiero di Thomas More, da noi conosciutissimo con il nome di Tommaso Moro, ai tanti, diversi concetti di matrice utopistica con i quali, spesso, ci siamo imbattuti.

"Utopia come l'orizzonte? Dipende cosa intendiamo per orizzonte". Se per quest'ultimo intendiamo una vastissima realtà di nome criminalità organizzata, il peggior cancro che lo stato italiano è costretto a combattere, allora si che possiamo parlare di un vero, inquietante orizzonte. Orizzonte che ci spia, ci guarda, studia i nostri movimenti e, se non ci pieghiamo a lui, ci potrebbe colpire, con conseguenze drammatiche ed irreversibili. "Continuare ad inseguire l'utopia, sperando di poterla contrastare e, perchè no?, sconfiggerla". Lotta alla criminalità e a tutte le organizzazioni di stampo mafioso. Questo il tema unico, centrale di questo interessantissimo e nuovo cortometraggio del regista, sceneggiatore e attore, Emanuele Ajello.

"Il Texano". Soprannome dato ad un signore quarantenne, il protagonista di Utopia; un volto, uno sguardo segnato. Aspetto tipico della persona dal passato a dir poco difficile, turbolento, a stretto contatto con i boss, la loro vita e la loro mentalità sin da piccolo. Considerato dai camorristi uno dei più fidati, perfetti sicari di professione. Il "Texano" è incaricato di cercare e freddare, a colpi di pistola, Linda. Giovane prostituta e ballerina di lap dance, responsabile dell'omicidio di un conosciutissimo politico. Dopo l'uccisione il recupero di un consistente gruzzolo di soldi che il defunto Onorevole, affiliato con la Camorra, avrebbe dovuto consegnare agli esponenti dello stesso clan. Il "Texano" però cambia idea: decide di non giustiziare la giovane donna anzi vorrebbe aiutarla ad uscire dal mondo sporco che la circonda, aiutandola così a rifarsi una vita. "Un pentito pronto a mettersi al servizio della giustizia? No, più di un pentito". Un criminale a tutto tondo che conosce le strategie di una delle più pericolose organizzazioni criminali, vuole letteralmente distruggere i loro piani a favore dei valori più preziosi, legalità e ordine sociale. Emanuele Ajello il protagonista maschile, Eleonora Siro la protagonista femminile, la partecipazione straordinaria di Antonella Salvucci, Tommaso Arnaldi, Nando Morra, Carlo Di Maio, Valentina Ghetti, Davis Tagliaferro, Carlo Cutolo, Francesca Stajano, Agostino Cummariello, Anwar Kalander, Adele Vitale, Geggè Mottola, Sergio Petrella, Daniele Grifoni, Antonio Sicambro, Jano Di Gennaro. "Un cast di tutto rispetto". Un cortometraggio prodotto dall'Associazione Nova Era, nata due anni fa e che già lo scorso anno, con Gioventù Sballata, si è fatta avanti per promuovere un altro tema di forte rilevanza sociale. "I giovani abbandonati a loro stessi, alle prese con una vita disordinata, sbandata". Non solo un cast di attori giovani, bravi ed esperti: una vera e propria campagna che si pone l'obiettivo di diffondere un forte messaggio sociale, tramite la diffusione gli organi di stampa, la partecipazione a Festival nazionali e internazionali. Questo l'ambizioso progetto di Ajello e della "sua" Nova Era. Sconfiggere le mafie si può? Come spiega lo stesso attore e protagonista del "corto", "L'utopia serve a camminare, serve a non arrendersi, avvicinandosi il più possibile all’obiettivo della giustizia. Soltanto inseguendo l’utopia, questa può trasformarsi in una concreta possibilità".

Nella foto alcuni dei protagonisti del cortometraggio "Utopia". Nella foto in alto a sinistra, l'attore, regista e sceneggiatore Emanuele Ajello, il protagonista maschile principale. Nella foto in basso a sinistra, l'attrice e protagonista femminile, Eleonora Siro

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna