Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online
 

7 milioni di euro sottratti: in manette avvocati, commercialisti, imprenditori e un faccendiere

guardia-di-finanza7 milioni di euro sottratti alla pubblica amministrazione. Questo è quanto una lunga indagine, condotta dalla Procura di Roma sotto la guida e le direttive del Procuratore aggiunto Nello Rossi, è riuscita a scoprire.

La Guardia di Finanza ha eseguito nelle ultime ore un mega blitz nella capitale che ha portato all’arresto di ben 14 persone. I soggetti coinvolti sono tutti appartenenti alle categorie professionali: sei avvocati, cinque commercialisti, due imprenditori e un faccendiere svizzero. Le persone finite in manette avevano architettato e con successo dei procedimenti fallimentari, rivelatisi inesistenti.

Dinanzi allo stesso tribunale fallimentare vantavano nel corso dei rispettivi procedimenti dei crediti altrettanto assurdi e inesistenti. Soldi che, una volta incassati, finivano nelle mani di alcune società estere, intestate a un faccendiere svizzero, finito anch’egli nel registro delle persone indagate, attraverso versamenti bancari effettuati in conti correnti svizzeri e ciprioti. Un'asse Roma-Cipro, tutto truffa e business. Tutti questi soldi successivamente sarebbero stati impiegati per l’acquisto d’immobili. Questo è quanto ha portato alla luce l’indagine condotta dalle Fiamme Gialle. Le persone arrestate dovranno rispondere per l’accusa di riciclaggio e peculato ai danni della pubblica amministrazione.

 

 

 

 

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna