Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni sottostanti dichiari di aver preso visione di questo messaggio e di accettare la raccolta di cookie durante la navigazione.

Seguimi anche su

Facebook-iconGoogle-Plus-iconTwitter-2-iconYouTube-icon

Visitatori on line

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online
 

Ulivi Salento: a Trepuzzi primi germogli grazie a Micosat. “Dopo il buio sprazzi di sereno”

Disseccamento ulivi 01Micosat. Trattasi di un nuovo fertilizzante, accuratamente studiato da un esperto in materia, il Prof. Giusto Giovannetti, e sperimentato su iniziativa dell’agricoltore e Presidente dellAssociazione Salento Sostenibile, Roberto Polo. L’area nella quale è stata fatta la sperimentazione, è quella di Trepuzzi.

Sconfiggere il CO.DI.RO l'obiettivo assoluto: il processo di disseccamento delle piantagioni di ulivo. Da diverso tempo si discute se ci possa, effettivamente, essere un nesso di causalità fra codesto processo di disseccamento e la Xylella perniciosa. Negli ultimi quattro anni, dal Gargano a Santa Maria di Leuca, quest’ultima si è conquistata un rilevante spazio mediatico. Un virus che fa discutere gli esperti in materia, a tratti divide; da molti la Xylella è considerata l’unica vera causa del disseccamento che ha colpito gli ulivi salentini. Buona parte degli agricoltori, invece, la ritengono una vera “bufala mediatica”. Bufala orchestrata in modo chirurgico e per la quale ci hanno solo rimesso, causa un'ingiustificata eradicazione di massa delle loro piantagioni.

Scongiurando in primis l’uso di fitofarmaci, vizio adottato erroneamente da diversi proprietari di ulivi e per troppo tempo, con l’utilizzo di questo stesso fertilizzante risulta essere possibile fare un’opera di pulizia e ripristino della flora batterica dei terreni. Operazione puntualmente eseguita. Intelligenti potature e circa l’08% di umidità dei terreni sui quali è stata fatta questa serie di prove, umidità scaturita dalle intense piogge che si son abbattute su buona parte della Puglia, hanno favorito i primi germogli con tanto di verde splendente. Un risultato che giunge 40 giorni dopo il primo uso di questo Micosat. Le altre piantagioni, presenti nelle vicinanze e sulle quali non è stato fatto questo trattamento, nonostante alcune modeste fioriture, presentano un aspetto giallastro scuro.

Disseccamento ulivi 02La Regione Puglia ha ufficialmente autorizzato l'uso del Micosat, prodotto ancora non in commercio; usobattezzato” anche dall’Associazione Malachianta. Quest’ultima, nata quest’estate con lo scopo fondamentale di promuovere le giovani imprese agricole e diffondere la cultura dell’agricoltura non come “un disonorevole ritorno alle origini”, considerata la globale crisi economica e del mercato del lavoro, bensì come vera risorsa per rilanciare l’impresa e l’economia, scende in campo a tutela di tutto il patrimonio agricolo salentino, ulivi fra tutti. Micosat funziona e soddisfazione trapela in modo evidente. “Dopo il buio sprazzi di sereno” …almeno a Trepuzzi.

 

 

 

 

 

 

Nelle due foto pubblicate, vi riportiamo un esempio di piantagione rigorosamente trattata e curata e un prototipo di ulivo letteralmente essicato, povero di foglie

AddThis Social Bookmark Button

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna